Entbrannt Mais Wodka
Non ho mai Gioca

Che cos’è la vodka?

La vodka è uno spirito (di solito) chiaro originariamente prodotto nell’Europa orientale dal grano, con una gradazione alcolica di circa il 40% vol. / 80 prova.

Cosa significa vodka? Da dove viene la parola vodka?

La vodka proviene dalle lingue slave dell’Europa orientale e deriva dalla loro parola comune “voda” (o vada), che significa acqua. La vodka è il diminutivo, che significa “poca acqua”. La vodka è chiamata “poca acqua” a causa della sua somiglianza a prima vista con l’acqua, o perché la vodka è ancora così forte subito dopo la distillazione che deve essere diluita alla forza bevente con una piccola quantità di acqua. Mentre alcune lingue, in particolare il polacco, la scrivono “wodka” con una “w”, la parola inglese vodka con “v” deriva direttamente dal russo.

Da dove viene la vodka?

Vodka, o almeno la parola viene sicuramente dall’Est Europa. Soprattutto Polonia e Russia sono discussi come i paesi di origine. Tuttavia, la tecnica per distillare l’alcool è molto più antica della vodka come la conosciamo oggi; le prime prove per le procedure di distillazione risalgono a migliaia di anni fa e provengono dalla Mesopotamia. Dopo che le tecniche furono perfezionate per la prima volta in Arabia verso la fine del primo millennio, la conoscenza della creazione di “acqua che brucia” si diffuse in Europa da Bisanzio e dall’Italia nel Medioevo.

Inizialmente, l’alcool distillato non veniva usato come bevanda ma come prodotto medico, miscelato con erbe, spezie o miele.

Poi, nel tardo Medioevo, mentre l’arte della distillazione dell’alcool diventava sempre più perfezionata e l’offerta di cibo migliorava, sempre più cibo veniva usato per produrre spiriti ad alta resistenza anziché per il cosumtion. Mentre nell’Europa meridionale venivano spesso usati frutti come il vino, nell’Europa settentrionale e orientale si trattava principalmente di cereali e soprattutto di segale. La segale è ancora considerata una delle migliori materie prime per la produzione di vodka ed è apprezzata nell’Europa orientale per il gusto dolce che la vodka di segale di buona qualità offre.

I marchi di vodka più famosi di oggi di solito presentano un gusto molto neutro, a meno che non sia aromatizzato con aromi artificiali (vodka aromatizzata). In origine, la vodka - simile ad altri alcolici come ad es. Kornbrand tedesco - non era affatto neutro nel gusto, ma aveva il suo aroma, soprattutto di cereali. Ancora oggi ci sono ancora molte piccole distillerie nell’Europa orientale che producono tale vodka tradizionale e soprattutto nelle zone rurali queste sono spesso più apprezzate dei loro discendenti moderni. Ma anche i più grandi marchi internazionali stanno iniziando in parte a ricordare queste antiche tradizioni di distillazione e stanno mettendo in evidenza brandy speciali corrispondenti. Questo tipo di vodka con “più sapore” è chiamato dagli esperti “Stile orientale”, in contrasto con le vodka neutre “stile occidentale”.

Una volta che il genio era uscito dalla bottiglia e la conoscenza di come produrre la vodka si era diffusa in Oriente, specialmente in Russia, era letteralmente impossibile richiudere la bottiglia. Durante la prima era moderna, gli zar hanno cercato invano di limitare la produzione e la vendita di vodka. Al di fuori dell’area culturale slava, tuttavia, la vodka era quasi sconosciuta. Nel Nord Europa e in Germania venivano consumati grano o brandy e più a sud veniva coltivata l’arte di distillare gli spiriti della frutta.

La storia della vodka è una storia di costante scambio tra Oriente e Occidente. Dopo che la vodka è stata per secoli un fenomeno prevalentemente interno russo, un “immigrato” dal Sud America ha finalmente raggiunto l’Europa dell’Est con un certo ritardo nel 19 ° secolo: la patata. La patata, che oggi molti considerano l’epitome della produzione di vodka, era quindi originariamente uno straniero. Tuttavia, la pianta economica e abbondante ora ha reso possibile produrre quantità ancora maggiori di vodka ancora più a buon mercato, con conseguenze spesso drastiche per la qualità. L’abbondanza di spiriti a basso costo che ha invaso il mercato ha avuto due effetti: da un lato, lo stato ha raddoppiato i suoi sforzi per ottenere il monopolio sulla produzione per quanto possibile (il che ha portato a una corrispondente ripresa della produzione di chiaro di luna). D’altra parte, ha iniziato a svilupparsi una caratteristica della vodka moderna: poiché la vodka prodotta a basso costo dalle patate era spesso difficile da consumare in termini di gusto, divenne sempre più popolare filtrare questi spiriti per mascherare la qualità inferiore della materia prima. Sono state create le vodka piuttosto neutre che la maggior parte di noi conosce oggi - oggi chiamate “Western Style”.

Nel 20 ° secolo la vodka “emigrò”. I controlli statali più severi alla fine dell’era zarista, i divieti temporanei dei sovietici e le due guerre mondiali indussero molti russi, compresi i produttori di vodka, a lasciare la loro patria per l’Occidente, in particolare l’America. Di conseguenza, la vodka divenne lentamente più conosciuta nel mondo occidentale. La vodka ha avuto la sua ultima svolta quando ha iniziato a affermarsi come ingrediente popolare nella cultura del cocktail post guerra mondiale in via di sviluppo negli Stati Uniti, in particolare a causa della sua incolore e gusto neutro. Per decenni la vodka è stata anche una popolare bevanda mista nei locali notturni in Europa, specialmente in combinazione con bevande energetiche come la Red Bull.

E il futuro? Nell’ultimo decennio, l’interesse per la vodka è notevolmente diminuito. Ironia della sorte, la caratteristica che ha reso la vodka popolare in primo luogo (neutralità del gusto) è stata sempre più interpretata come arbitrarietà o mancanza di valore. Gli spiriti con un carattere più individuale, in particolare il gin, si adattano meglio ai valori mutevoli, che sono contrassegnati da una svolta verso cose originali, regionali e artigianali. E così ora si può osservare una controtendenza, sia da parte delle piccole distillerie che dei grandi nomi come Absolut Vodka. Con un ritorno al carattere originale della vodka, i nuovi “stili orientali” e le vodka artigianali pongono un’enfasi speciale sulle materie prime e sulla loro qualità, poiché il loro gusto dovrebbe essere preservato nel prodotto finito. È prevedibile che a medio termine le vodka in stile orientale costruiranno una base di fan simile tra gli amanti degli spiriti in questo paese come rum o whisky; anche gli operatori del bar si rivolgono sempre più a varietà “entusiasmanti” per la creazione di cocktail speciali.

Di cosa è fatta la vodka?

La vodka è composta da patate - questo è ciò che di solito senti. Non è neanche sbagliato, perché la vodka può (anche) essere prodotta con patate. In origine, però, la vodka era prodotta con il grano, in particolare la segale. Ancora oggi la maggior parte della vodka è ancora prodotta dal grano, come il grano. Teoricamente, la vodka può essere prodotta da tutte le materie prime contenenti carboidrati, come frutta, canna da zucchero o barbabietola da zucchero, melassa, ecc. Dipende dalla legge del paese di produzione, se uno spirito distillato da tali materiali può essere chiamato vodka Là.

Come viene prodotta la vodka?

La produzione di vodka inizia come la produzione di molte bevande alcoliche tradizionali, con purè. A tale scopo, le materie prime (ad es. Grano, patate o frutta) vengono frantumate con acqua e mescolate con acqua; così viene creato il cosiddetto mash. A seconda che i carboidrati siano già presenti nella materia prima sotto forma di zucchero o ancora sotto forma di amido, l’amido può essere scomposto in zucchero in un ulteriore passaggio (saccarificazione).

Non appena c’è abbastanza zucchero, viene aggiunto il lievito. I batteri del lievito si nutrono di zucchero e producono alcol come prodotto di scarto (fermentazione). Il lievito può rimanere attivo nel mash fino a una certa percentuale di alcol, dopo di che inizia a morire. Normalmente, i metodi tradizionali raggiungono una gradazione alcolica nella poltiglia inferiore al 10%, i lieviti moderni allevati per la resistenza all’alcool possono raddoppiare questa quantità.

Non appena vengono raggiunti i limiti della fermentazione del lievito, inizia la distillazione. Questo processo, noto in passato come “combustione” dell’alcool, serve a separare e concentrare l’alcool contenuto nella poltiglia fermentata. A seconda del gusto desiderato del prodotto finale, anche le sostanze aromatiche devono essere trasferite nel distillato. Sostanze indesiderabili o perfino tossiche dovrebbero rimanere nel residuo, nel fermo. Il fermo può essere ulteriormente utilizzato ad es. nella produzione di energia o in agricoltura (come fertilizzante, alimenti per animali, ecc.).

Per la distillazione, il mash viene riscaldato in contenitori e semplificato, si verifica quanto segue: poiché l’alcol ha un punto di ebollizione inferiore rispetto ad altre sostanze nel mash, si volatilizza prima e viene raccolto per condensazione e diretto in contenitori di raccolta. A seconda del metodo esatto di produzione, una nave viene riempita e distillata alla volta, oppure avviene una distillazione continua. È importante separare i componenti tossici e non commestibili.

Una caratteristica speciale dei marchi di vodka internazionali (soprattutto “occidentali”) è che il distillato viene pesantemente filtrato prima dell’imbottigliamento, spesso passandolo attraverso filtri di carbone attivo. Il risultato è una bevanda molto neutra, che - in casi estremi - consiste solo di alcool puro e acqua. Dopo che la vodka è stata portata alla forza bevente, normalmente tra il 37,5% e il 45%, viene immediatamente imbottigliata. In linea di principio, la vodka viene conservata solo in serbatoi di acciaio o di vetro e non in botti di legno, come nel caso del whisky o del rum (marrone). Ecco perché la vodka rimane chiara e non assume alcuna nota gustativa dalla conservazione in botte.

Come bere la vodka?

Nell’Europa orientale, in particolare Russia e Polonia, la vodka è una bevanda nazionale. Esistono quindi diverse tradizioni su come si beve, ma la maggior parte concorda su alcuni dei punti più importanti. La vodka è generalmente bevuta pura e mai miscelata con succhi o simili. Di solito il ghiaccio non viene aggiunto direttamente alla vodka, ma piuttosto la bottiglia e / o i bicchieri vengono raffreddati secondo il gusto. In Russia la vodka viene solitamente servita nello stopka, un bicchiere tradizionale che contiene 100 ml, ma è riempito solo per metà. Tuttavia, viene sempre svuotato in una volta sola. Idealmente, non versi da bere, ma qualcun altro lo fa per te. Soprattutto le donne non dovrebbero mai (devono) versarsi. È comune fare brindisi per ogni round consumato. Oltre alla vodka ci dovrebbero essere prodotti alimentari; cetrioli, pane, pancetta ecc. sono soliti piatti serviti a fianco.

In un contesto internazionale, tuttavia, la vodka di solito non viene gustata pura, ma come bevanda mista. Oltre ai tipi più elaborati di cocktail, la vodka viene spesso consumata in longdrink (dove c’è solo un ingrediente aggiuntivo oltre alla vodka). Esempi noti sono Vodka Red Bull, Vodka Orange, Vodka Lemon o Vodka Soda. Lo scopo è di solito quello di creare una bevanda in cui il gusto della vodka è quasi indecifrabile. Per lo più, la bevanda viene raffreddata per ridurre ulteriormente il suggerimento di alcol.

La vodka contiene glutine?

La vodka pura di solito non contiene più glutine.

Che cos’è la “vodka aromatizzata”?

La “vodka aromatizzata” designa un tipo di vodka a cui vengono aggiunti aromi dopo la distillazione. Si deve fare una distinzione tra tali vodka aromatizzate da un lato e tipi di stile orientale o Craft Vodka dall’altro lato. Con quest’ultimo, i sapori provengono direttamente dalla materia prima e - poiché c’è meno filtrazione - rimangono nel distillato.

L’aggiunta di aromi alla vodka o agli spiriti chiari non è una nuova invenzione. Inizialmente, l’alcol distillato veniva usato come medicinale e non come intossicante e veniva generalmente somministrato mescolato con erbe e altri ingredienti.

Sono stati e sono stati usati vari ingredienti: spezie (ad esempio pepe, chiodi di garofano, cannella), radici (ad esempio zenzero), frutta (ad esempio bacche), erbe, erbe (ad esempio erba di bufalo), fiori, miele e zucchero.

I marchi più importanti utilizzano quasi esclusivamente aromi artificiali.

Quali sono i migliori mixer di vodka?

Dipende. Se prendi varietà moderne e commerciali che hanno comunque un sapore piccolo, la vodka può essere mescolata abbastanza bene con molte cose. I succhi sono comuni, ma ci sono pochi limiti alla tua immaginazione. Alcuni addirittura bevono vodka mescolata con latte.

In Russia birra e vodka sono una combinazione popolare (un noto detto dice: “La birra senza vodka è come buttare soldi nel vento / fuori dalla finestra). Simile al drin” U-Boot “, il russo” Yorsh “è preparato mescolando una porzione - spesso piuttosto considerevole - di vodka con birra, a volte facendo cadere il bicchiere di vodka nel bicchiere di birra.

I tipi più tradizionali di vodka con più gusto proprio spesso non sono così buoni per la miscelazione o sono comunque destinati al puro divertimento. Molto probabilmente dovrebbe essere gustato sotto forma di cocktail o acidi.

I 5 migliori cocktail di vodka

La nostra valutazione

La guida alla vodka definitiva

La guida alla vodka definitiva Sicuramente rendere la tua prossima festa indimenticabile! In base a quanto sono complesse le regole, quanto sono facili da imparare e quanto diventano ubriachi, li perdoniamo 4.9 su 5 stelle, speriamo che ti piaccia La guida alla vodka definitiva tanto quanto noi!

4.9 da 5 👌

🔥 solo molto popolare

Non ho mai Hype! Potrebbe piacerti questo:



Altri giochi di società come La guida alla vodka definitiva

Se sei La guida alla vodka definitivacome, non dovresti perdere questi giochi di società:

Scopri tutti i giochi di società

bevendo giochi per feste e celebrazioni

The PsyCat Games Magazine Topic Party Drinking Games è dedicato ai migliori giochi di bevute e bevute per feste, celebrazioni WG, feste di compleanno, addio al nubilato, preriscaldamento, Wamup e altre serate tra amici. Con molti giochi ci si può aspettare una serie di compiti divertenti ed emozionanti Questi includono, ma non si limitano alle interazioni con i tuoi compagni di gioco, regole di condotta, mini-giochi, ecc. L'idea centrale è la distribuzione o il consumo di una serie di siringhe. Quante delle attività che vuoi fare sono le seguenti: puoi classificare questi giochi tribali: bere gioco, bere gioco, bere giochi, bere giochi, online, giochi di società, bere, bere, alcol, birra, vino, con o senza carte, per due, tre, quattro, 2, 3, 4 persone, senza dadi, app, gioco, divertente, ubriaco, da solo, libero, gioco da tavolo, carte da bere, senza accessori, film, con carte, con Cubo, re, stampa, gratis, libero, interattivo, grande, super, migliore, donna, uomo, bere, bere, bere, ubriaco, bere, alcool, divertimento, divertimento, festa, compleanno, riscaldamento, club, afterhour, party game Festa, bevendo giochi, per due, matrimonio, a 4, a 3, a 2, senza materiale, carte, senza carte, data, festa, ubriaco, vodka, whisky, birra, vino, divertimento, ragazza, ragazzo, androide, ios, germania, austria, svizzera